27 Aprile 2013 panna

COSA SAPERE…SULLA PANNA

Come ben sapete esistono diversi tipi di panna,

da cucina, per dolci, derivata dal latte vaccino, dalla soia 100% vegetale fresca a lunga conservazione ecc…

La panna definita anche crema di latte, è la parte grassa del latte vaccino che compare in superficie naturalmente o con metodo industriale per centrifugazione.

  • DA CUCINA  (UHT)

è a bassa percentuale di grasso 20-22%, a lunga conservazione, usata per mitigare e amalgamare i piatti senza coprirne il sapore.

Non può essere montata per insufficienza di grassi, ma può essere usata per la preparazione di dolci.

  • FRESCA

a differenza della panna a lunga conservazione, la panna fresca ha durata breve quindi va conservata in frigorifero.

Viene catalogata in base al contenuto di grassi, se possiede almeno il 30% di grassi si può montare, con o senza zucchero, ed è considerata la più amabile nel sapore

  • DI SOIA

si realizza a partire da semi di soia decorticati e lavorati con acqua, olio vegetale, sale marino, lecitina di soia, stabilizzanti e antiossidanti.

Può essere utilizzata per creare dolci, pizza, torte salate, salse e condimenti.

  • VEGETALE

in questo tipo di panna non è presente il latte vaccino, ma è un condimento a base di oli vegetali, ottimo per chi presenta delle intolleranze. Contiene grassi vegetali idrogenati.

  • MONTATA SPRAY

è panna in bomboletta, montata all’istante, per la presenza di anidride carbonica e del protossido d’azoto.

  • ACIDA

questo tipo di panna industrialmente è prodotta aggiungendo alla panna pastorizzata i fermenti lactobacillus.

Di origine francese chiamata creme fraiche, dal sapore acidulo ma gradevole, non reperibile facilmente in Italia, ma semplice da preparare in casa mettendo insieme uno yogurt naturale con panna e succo di limone.

pannaSpero di aver contribuito alla conoscenza di questo alimento!

Tagged on:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *