18 Settembre 2017 uva

Settembre… la Regina della vigna in tavola

Uva bianca, nera o rosata? Con i semi o senza semi?
Qual’è la vostra preferita?  La mia la bianca indistintamente dalla presenza o meno dei semi.

Inanzi tutto bisogna fare due distinzioni, bisogna specificare che sono presenti l’uva da tavola destinata al consumo giornaliero e poi l’uva da vino destinata appunto alla preparazione del vino.

Comunque in tutti i casi ne esistono diverse varietà, continua a leggere.

Prima di elencarvi alcune varietà vorrei precisare che l’uva senza semi non è un OGM cioè non è geneticamente modificata, ma frutto di incroci cioè innesti; la più comune presente in tavola è l’uva sultanina.

Ora scopriamo le varietà:

  • CARDINALE varietà americana coltivata nel Centro Italia. Il grappolo presenta una forma allungata, con un colore rosso/viola.
  • UVA FRAGOLA present un sapore aromatico, dolciastro. I chicchi sono piccoli e dal colore scuro.
  • PIZZUTELLA coltivata nelle Regioni del Sud Italia, è presente sia la varietà bianca che rossa ed è molto zuccherina.
  • REGINA uva italiana al 100%, presenta un colore giallo dorato e un sapore dolce.
  • ROSADA di origine spagnola, dal sapore acidulo ma presenta dei chicchi davvero gustosi.

Come procedere all’acquisto… come scegliere?
Controllate che i chicchi siano sodi e integri, devono avere un bel colore brillante.

Come conservarla?
Eliminate se presente i chicchi imperfetti e conservatela nella parte bassa del frigorifero stesa su un vassoio.

Ma quali benefici può apportare al nostro corpo?
Depura, ha un ricco contenuto di potassio, contiene anche ferro e fosforo.
Quello che vi farà piacere sapere è che aiuta a combattere la ritenzione idrica e quindi la cellulite.

Ricetta consigliata, una bella crostata di frutta fresca.

 

PS: ricordate sempre di consumare frutta e verdura di stagione tutti i giorni.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *